Vai al Contenuto

12 febbraio 2013: L’impegno di ASPHI per le scuole terremotate dell’Emilia.

postazione kidsmartGià in occasione di Handimatica, nel novembre 2012, è stato sottoscritto un accordo con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna per la fornitura di diciotto kit tecnologici e l’erogazione di formazione specifica ai docenti sull’integrazione degli alunni con disabilità per alcuni istituti scolastici comprensivi colpiti dal terremoto del maggio scorso. L’accordo che si sta concretizzando proprio in questi giorni ha lo scopo “di contribuire a creare, in ambienti scolastici ricostruiti a tempo di record, contesti didattici coinvolgenti, dotati di strumenti interattivi di ultima generazione” come spiega Stefano Versari, Vice Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna.

L’intento principale dell’iniziativa è infatti quello di ridurre, mediante strategie di didattica inclusiva, le tensioni vissute a seguito del terremoto e favorire gli apprendimenti di tutti gli alunni, compresi quelli con disabilità. Le Lavagne Interattive Multimediali, al centro dell’aula, potranno così diventare un luogo dell’apprendimento condiviso, una vera e propria finestra virtuale aperta sul mondo reale ed uno spazio in cui gli alunni stessi potranno portare e ricevere contributi con la modalità a loro più congeniale.

Il Progetto LIM-ER vede la compartecipazione di diverse aziende del settore tecnologico. InterVideo srl, SMART Tecnologies, EPSON Italia hanno donato i dispositivi multimediali. TestPoint srl, azienda rivenditrice di Smart Technologies si è resa disponibile per la consegna e installazione delle attrezzature. Fondazione IBM Italia ha donato 18 licenze del software Reading Compenion per l’apprendimento dell’inglese.

Per approfondimenti:
ww2.istruzioneer.it/wp-content/uploads/2012/12/Adotta-una-Scuola-donazione-asphi-USR-allegato-al-comunicato-Stampa.pdf;
ww2.istruzioneer.it/2012/12/04/progetto-lim-er-un-aiuto-tecnologico-per-la-ricostruzione-delle-scuole-colpite-dal-terremoto/

Questa iniziativa segue una precedente azione dello scorso autunno, frutto della collaborazione tra ASPHI e Fondazione IBM Italia e del coinvolgimento dell’Assessorato Politiche Sociali ed Educative della Regione Emilia-Romagna, dell’Assessorato alla Scuola della Provincia di Modena e dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Modena.

Anche in questo caso sono diciotto le postazioni multimediali “KidSmart Early Learning”, che sono state donate alle scuole dell’infanzia delle zone terremotate dell’Emilia Romagna, nella Provincia Modena.

Ogni postazione è costituita da un computer a misura di bambino con caratteristiche tali da integrarsi ai processi educativi che fin dalla scuola dell’infanzia vengono messi in gioco.

 

Condividi