Vai al Contenuto

CARPI, 21 luglio – La filiera lavoro e disabilità dopo il sisma: valorizzazione della persona con disabilità in azienda

Lunedì 21 luglio 2014, dalle 10.30 alle 12.30, a Carpi (MO), presso la sede di Formodena (Via Carlo Marx, 131) – Presentazione dei risultati dell’iniziativa.

Un momento di formazione del progetto “La filiera lavoro e la disabilità dopo il sisma: valorizzazione della persona con disabilità in azienda”Partito a fine 2013, con l’obiettivo di diffondere nuovi strumenti e qualificate metodologie per migliorare l’inclusione e la valorizzazione dei lavoratori disabili già in impresa, così come i nuovi inserimenti, il progetto ha coinvolto 25  operatori dei servizi per il lavoro, proponendo momenti formativi, lavori di gruppo, attività in collaborazione con imprese del territorio, azioni di accompagnamento finalizzate all’utilizzo dell’ICF per la stesura dei profili di funzionamento e adattamento disabile e azienda.

Programma dell’incontro:

  • Saluto di accoglienza: Sergio Duretti – Presidente di Formodena
  • Un percorso di un cambiamento inclusivo: l’approccio ICF al Collocamento Mirato delle persone con disabilità: Italia Lavoro spa
  • Un progetto che viene da lontano … con radici nel Programma Biennale per la Disabilità: Maria Cecilia Guerra – Senatrice
  • Tecnologie e fattori ambientali: elementi essenziali per un ragionevole adattamento: Gabriele Gamberi – Fondazione ASPHI Onlus
  • Gli “attori” del progetto:
    • Come posso migliorare il mio lavoro: un  operatore del SIL che ha partecipato al progetto
    • Potrei essere più consapevole del mio percorso di inserimento al lavoro: una persona con disabilità che ha partecipato al progetto
    • Come favorire l’instaurarsi di una “consulenza” tra l’azienda e l’istituzione: un’azienda del territorio che ha partecipato al progetto
  • Intervento dell’Assessore Scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro della Regione Emilia-Romagna – Patrizio Bianchi

Invito alla presentazione del progetto

L’iniziativa, che rientra nell’ambito delle attività cofinanziate dal Contributo di Solidarietà del Fondo Sociale Europeo per le aree colpite dal sisma del maggio 2012, è curata dell’Ente di formazione ForModena in collaborazione con la Fondazione ASPHI Onlus, il Consorzio di Solidarietà Sociale Modena e l’Ausilioteca dell’AIAS Onlus.

Condividi