Vai al Contenuto

Progetto “R-Estate a distanza”

Dall’interazione tra Fondazione ASPHI Onlus e servizio sociale pubblico (ASC InSieme e Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia) nasce la proposta di un progetto sperimentale ed innovativo ( finanziato dalla Fondazione Carisbo e dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna ) ad integrazione dei servizi di domiciliarità.

L’obiettivo del progetto è quello di rendere autonomi gli anziani principalmente nella comunicazione con l’esterno, sostenendo la relazione sociale, nell’immediato visto la situazione di lockdown e nel lungo periodo, in previsione di una lenta e lunga ripresa della normalità.

Il progetto prevede l’attivazione di interventi a supporto della domiciliarità di 15 anziani fragili del Distretto territoriale Reno Lavino Samoggia (della Città Metropolitana bolognese) che, a causa della pandemia da Covid-19, vivono una situazione di aggravamento dell’isolamento sociale e relazionale, con conseguente rischio di deterioramento della salute fisica e mentale. Si rivolge, dunque, a persone anziane che vivono sole, che sono autosufficienti o parzialmente autosufficienti, benché in una condizione ad alto rischio di disabilità per motivi funzionali, clinici e sociali, da monitorare e supportare più che mai durante questa emergenza, per garantire il mantenimento delle capacità residue ed evitare l’insorgere della non autosufficienza.

 I risultati della sperimentazione e le linee guida serviranno poi per allargare il bacino di utenza anche su altri territori e servizi, potendo dare indicazioni precise a familiari e operatori che vorranno attivarsi. A ciascun anziano viene fornito un tablet appositamente configurato da Fondazione Asphi Onlus, perché si presenti con una interfaccia semplice e personalizzata in base alle abitudini e agli interessi della persona e del contesto familiare. Si prevede di installare applicazioni semplificate per comunicare a distanza, ma anche per attività ricreative e di stimolazione cognitiva.

Inoltre, grazie alla sinergia tra ASC InSieme e U-Watch SRLS, startup nata all’interno del Clust-ER Industrie della Salute e del Benessere della Regione Emilia-Romagna (del quale sono entrambe socie), per 5 delle persone anziane coinvolte dal progetto si sperimenterà un dispositivo di monitoraggio anticaduta e di tracciamento GPS messo a disposizione in comodato d’uso da U-Watch.

Condividi

I commenti sono chiusi.